5 Film di nicchia da non perdere

5 Film quasi sconosciuti che devi assolutamente vedere

Il mondo del cinema è pieno di film che passano in secondo piano e non vengono considerati dal grande pubblico. Merito di distribuzioni non proprio favorevoli, sfortuna o budget troppo bassi. I film di questa lista sono sicuramente ottimi prodotti, ma che probabilmente non avrete mai sentito, per cui partiamo subito con l’elenco!

P.S. I film non sono in ordine di bellezza

1) Lasciami entrare di Tomas Alfredson (2008)

film di nicchia

Tratto dall’omonimo libro di John Ajvide Lindqvist (che ha scritto la sceneggiatura), questo film horror del 2008 è stato osannato dalla critica cinematografica, ma il grande pubblico pare non averlo considerato. Costato circa 4 milioni di dollari ne incassa pochi di più, ma la sostanza è bella densa: nella Stoccolma del 1981 un bambino di nome Oskar viene costantemente bullizzato dai suoi compagni, e conosce una ragazzina di nome Eli, che si è da poco trasferita vicino a casa sua con la quale instaura una forte amicizia. Intanto nel quartiere iniziano a verificarsi efferati e misteriosi omicidi, che gettano nel terrore l’intera comunità.

Oskar rimane affascinato dagli omicidi, manifestando pensieri funesti e sperando che l’autore di tali crimini possa punire i bulli che gli rendono la vita impossibile. Il film è tanto violento quanto dolce, il mito del vampiro viene rivisitato in chiave moderna, fornendo alla pellicola un fortissimo impatto emotivo e visivo. PS: evitate il remake americano del 2010, ben più conosciuto, ma che edulcora molto le tematiche trattate.

2) Tirannosauro di Paddy Considine (2011)

film di nicchia

Joseph è un vedovo disoccupato con problemi di alcolismo, afflitto da una forte rabbia che lo porta verso l’autodistruzione, che tocca il culmine quando in un impeto di rabbia uccide a calci il suo cane. Nel disperato tentativo di cambiare la sua vita e uscire da un passato che lo tormenta, Joseph incontra la gentile Hannah, una donna cristiana vittima di un marito violento. Questa pellicola del 2011 è davvero incredibile: il ritmo è sempre incalzante e le vicende sono così drammatiche che lo spettatore non può non esserne emotivamente coinvolto. Regia e cast sono di livello altissimo, con un Eddie Marsan grandioso. Un film vivamente consigliato, e poi, non siete curiosi di sapere perché si intitola “Tirannosauro”?

3) Anomalisa di Charlie Kaufman & Duke Johnson (2015)

film di nicchia

Michael Stone, un celebre oratore motivazionale, affronta con delusione la mondanità della vita, cercando di capire chi è realmente. Si reca a​ ​Cincinnati per una conferenza, alloggiando all’hotel Fregoli. Qui sente parlare una donna con una voce diversa da quella di tutti gli altri. Michael cerca di rintracciarla, bussando a ogni stanza del suo piano, fin quando la trova: si tratta di Lisa Hesselman, una donna gentile ma insicura, giunta anch’essa a Cincinnati proprio per assistere alla conferenza di Michael. Una pellicola d’animazione in stop-motion stravolgente, i cui punti di forza sono la messa in scena e la scrittura di ferro di Kaufman. Il film riesce infatti ad emozionare e disturbare con una classe che si è vista raramente. Probabilmente è uno dei miei film d’animazione preferiti.

4) Midnight Special di Jeff Nichols (2016)

film di nicchia

Roy Tomlin, padre di Alton Meyer, si mette in fuga per proteggere quest’ultimo dagli adepti di una setta che lo ritengono un dono divino. A mettergli i bastoni tra le ruote c’è anche l’FBI, che vuole fare degli esperimenti sul ragazzo dopo che questo ha iniziato a manifestare delle abilità sovrannaturali. La pellicola è molto interessante, chiaramente ispirata a film come “Starman” ed “E.T. l’extraterrestre”, riesce a crearsi una sua identità coinvolge lo spettatore per tutta la sua durata. Nel cast ci sono nomi importanti come Michael Shannon, Adam Driver e Kirsten Dunst, per cui siete obbligati a recuperarlo.

5) Il sacrificio del cervo sacro di Yorgos Lanthimos (2018)

film di nicchia

Il mio film preferito del 2018, dall’atmosfera “Kubrickiana” che ricorda il capolavoro “Eyes Wide Shut”, chiaramente non per tutti, in quanto disturbante, assurdo e quasi grottesco. La trama è un semplice canovaccio su cui si va costruire una messa in scena tanto grottesca quanto spettacolare. Un cast eccezionale, con una Nichole Kidman ed un Colin Farrell grandiosi accompagnano lo spettatore in una narrazione sempre più cupa insostenibile. Non posso dire di più per evitare spoiler, ma di certo vi darà da pensare per parecchio tempo.

A cura di Federico Antosiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *