Ralph spacca Internet (2018) di Phil Johnston e Rich Moore: La recensione

Ralph spacca Internet: il web come non lo abbiamo mai visto!

Se siete tra quelli che pensano che i film di animazione siano spazzatura, e che i sequel sono inutili rivisitazioni dell’originale, potete anche non proseguire con la lettura. Ralph spacca Internet non fa per voi.

Per tutti quelli che non hanno questo tipo di pregiudizi, ora sì che si fa sul serio!

Possiamo iniziare a parlare di un personaggio geniale e che non smette di stupire: Ralph Spaccatutto.

Ralph spacca Internet - frame del film

IL TRAILER DEL FILM

Un personaggio che ha ancora tanto da comunicare

Ralph spacca internet, secondo capitolo della saga dedicata al villain più buono sempre, è una pellicola che affascina forse ancor di più del primo. Ma non stiamo parlando di dettagli tecnici o visivi, su quelli ci torneremo dopo.
L’aspetto stupefacente di quest’opera, è che, grazie ad una sceneggiatura di ferro, riesce nell’intento di risultare a tratti più originale e brillante della precedente, facendoci scoprire il mondo di internet come non lo abbiamo mai visto.
L’ingresso nel mondo virtuale è meraviglioso, i più grandi siti e social network vengono rappresentati come enormi grattacieli, dove un continuo flusso di persone entra ed esce, cosa che letteralmente accade anche nella realtà. Ma le novità non sono finite qui, ci sarebbero ancora moltissime cose che vorrei dirvi, ma preferisco tacere e farvelo godere in tutta la sua totalità.

Rich Moore, autore del primo capitolo e di Zootroopolis (Miglior film d’animazione agli Oscar 2017), ancora una volta gira il film con una sicurezza disarmante. Il mondo di Ralph ormai è come se fosse casa sua, ogni volta riesce ad aggiungere dettagli e aspetti a noi sconosciuti, ma sempre più sorprendenti. Poi i protagonisti sono sempre ben caratterizzati, Vanellope è il personaggio che senza dubbio la fa da padrone nella pellicola. La sua evoluzione è netta ed evidente e il film ne giova, guadagnando ironia e comicità a non finire.
Gli effetti visivi sono migliorati molto rispetto già all’ottimo Ralph Spaccatutto (2012), che per essere un classico Disney aveva rappresentato una svolta nell’animazione canonica della celebre casa di produzione.

Quindi infine non posso fare altro che consigliarvi questa pellicola, adatta sia ad un pubblico che vuole passare una serata divertente e tranquilla, ma anche al cinefilo appassionato di animazione alla ricerca di un grande film da vedere.

Voto: 8.25

A cura di Kowalski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *