Recensione di “Tutti lo sanno”

 

Tutti lo sanno

Asghar Farhadi dopo aver trionfato nella notte degli Oscar per ben due volte, nel 2012 con “Una Separazione” e nel 2017 con “Il cliente”, torna sul grande schermo con “Tutti lo sanno”. Film in salsa spagnola con la strordinaria partecipazione di due colossi del cinema mondiale: Javier Bardem e Penelope Cruz.

La pellicola racconta le vicende di una famiglia spagnola che, durante i festeggiamenti del matrimonio di una delle figlie , deve fronteggiare la misteriosa scomparsa di Irene, figlia della sorella della sposa.

L’incipit è inutilmente lungo, l’intreccio sembra rivelarsi a fatica. Ci troviamo in una pittoresca, quanto mediocre, festa locale. Un allegro quadretto che poteva essere tranquillamente riassunto nella metà del tempo. Per quasi metà del film si crea un’atmosfera di inutile attesa e non di suspense.

Ritengo fallimentare quanto incomprensibile la scelta dell’ambientazione spagnola, tutto fuorchè adatta per un thriller o un giallo mozzafiato. Probabilmente il cineasta iraniano credeva di poter trasformare un placido borgo di campagna spagnolo in un paesello perso tra i misteri della Calabria. In questa presunzione si notano i limiti del regista che non sa approcciarsi correttamente ad un contesto diverso dalla dimensione iraniana.

Tutti lo sanno

Il dramma è tutto sulle spalle di due grandissimi interpreti, Javier Bardem e Penolope Cruz che risollevano le sorti del giallo, caratterizzando i personaggi con una incredibile presenza scenica, tanto che sembrano oscurare totalmente le altre figure.

Infine il risultato è un film mediocre dove il dramma familiare la fa da padrone, poiché, l’autore ha volutamente tralasciato gli elementi basilari di un giallo: la suspense, il mistero e, in alcuni casi, la violenza

Voto: 6

A cura di Torquemada

Trailer di ” Tutti lo sanno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *