La lettera di Lady Bird

Cara Greta Celeste Gerwig,

Lady Bird

Sono Lady Bird, non mi conosci, ma sono il tuo personaggio perfetto.
Sinceramente non mi solletica l’idea di presentarmi, sono Lady Bird basta e avanza.

Riconosci la spocchia?

Sono quello che hai sempre desiderato: un’apparente indifesa adolescente che ha la croce di essere amata dalla sua famiglia e di dover trascorrere una vita normale.
In realtà sarei stata ancora più calzante se fossi anche stata: lesbica, ebrea e già che ci siamo anche interista… ma si sa, nessuno è perfetto, nemmeno nella sfortuna.

Tornando a noi, sono entusiasta di farti passare come una vissuta autrice che, all’ alba dei trentacinque anni, conosce tutte le turbe di noi poveri adolescenti, liberi fringuelli in un mondo di cemento (hai visto sono anche una poetessa, altro che “Sleepover Club”).
Non preoccuparti dei parrucconi, scioglierò anche loro, la mia superficialità appiattirebbe anche l’Everest.
Ora che hai l’idea di cosa sono e di cosa potrei essere t’invito a cercare, con molta cura, l’attrice che si presterà al mio ruolo.

Ti consiglio, ovviamente, di evitare bellezze eclatanti (le brutte qualche volta vanno di moda, le belle sono un classico e i classici stufano). D’altro canto, però, non deve essere neanche orribile, meglio una bellezza acerba. Un compromesso storico fra lo scorfano di “The Shape of Water” (non sto parlando dell’uomo-pesce) e le rampanti gemelle Olsen.

La mia attrice, inoltre, dovrà avere una propensione naturale al mantenimento H24 di pose e atteggiamenti riconducibili ad una sola definizione: “Faccia da schiaffi”.

Lady Bird
Infine il conformismo dell’anticonformista sarà la chiave di volta di tutto il film, non tralasciare questo aspetto, sarà la tua unica preoccupazione.

Non ti angosciare nel rappresentarmi come una ragazza afflitta da struggenti passioni, basta che lo sembri, nulla di più.
Queste caratteristiche non sono trattabili, il mio personaggio DEVE essere così, se vuoi vincere qualcosa, sia chiaro.
Io conosco la ricetta per il successo.
Non ti interessare del resto.

Il COME farlo già lo sai, il SE farlo lo devi solo decidere.

Spero di esserti stata d’aiuto, qualora avessi domande o incertezze sai dove NON trovarmi: nei pensieri di una donna intelligente.

P.S Questo film ti porterà agli onori dell’Academy, me l’ha detto un uccellino… Ahahhah, aggiungi anche che sono un’artista di freddure ahahah

TUA, LADY BIRD

A cura di Torquemada

Per saperne di più:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *