Locke (2013) di Steven Knight: La Recensione

Locke (2013) di Steven Knight: La Recensione

Locke: Perdere tutto e trovare se stessi Locke. Un titolo tanto ermetico, sia per il suo significato, che ci riporta all’idea di chiusura, sia per la sua struttura molto succinta, quanto è ermetico il film che porta questo nome. Ciò a cui assistiamo è infatti l’odissea contemporanea di un singolo personaggio, Ivan Locke, interpretato daLeggi di più a riguardoLocke (2013) di Steven Knight: La Recensione[…]

In the Mood for Love (2000) di da Wong Kar-wai: La Recensione

In the Mood for Love (2000) di da Wong Kar-wai: La Recensione

“Quando ripensa a quegli anni lontani, è come se li guardasse attraverso un vetro impolverato: il passato è qualcosa che può vedere, ma non può toccare; e tutto ciò che vede è sfocato, indistinto.” Parlare di un regista del calibro di Wong Kar-wai non è di certo semplice, tanto meno parlare dei suoi film sempreLeggi di più a riguardoIn the Mood for Love (2000) di da Wong Kar-wai: La Recensione[…]

Labyrinth (1986) di Jim Henson: La Recensione

Labyrinth (1986) di Jim Henson: La Recensione

Labyrinth – Dove tutto è possibile: Un film, un album, un fantasy, un viaggio che racconta l’abbandono (mai completo) della spensieratezza adolescenziale. Se Labyrinth fosse un animale, sarebbe un Chenanisauro, un potente T-Rex dalle dimensioni ridotte, l’ultimo dinosauro vissuto sulla Terra; Labyrinth è un piccolo capolavoro, appena 100 minuti, obsoleti ormai, ma portentosi. È unaLeggi di più a riguardoLabyrinth (1986) di Jim Henson: La Recensione[…]

Recensione di “Drive”

Recensione di “Drive”

Drive: Il gioiello pulp di Refn L’amore per l’estetica di Nicholas Winding Refn partorisce una pellicola dall’impatto visivo impressionante. Nonostante la trama sia semplice e dall’incipit apparentemente banale, questo gangster movie risulta decisamente sopra la media ed entra di prepotenza nella storia del cinema. Un pilota di auto da corsa arrotonda il suo stipendio facendoLeggi di più a riguardoRecensione di “Drive”[…]

Recensione di “Alexander”

Recensione di “Alexander”

Alexander: Una storia che supera il mito La magnificenza, la grandezza e il sogno di un uomo. Ecco cosa racconta il film di Oliver Stone “Alexander” (2004), uno dei più brillanti film dal carattere epico/storico mai realizzati. Un capolavoro ampiamente sottovalutato, una meraviglia decaduta, esattamente come la storia narrata. Alessandro il Grande, il più grandeLeggi di più a riguardoRecensione di “Alexander”[…]

Recensione di “2001: Odissea nello Spazio”

Recensione di “2001: Odissea nello Spazio”

“2001: Odissea nello spazio”: iperbole dell’uomo lanciato nell’infinito Uno sguardo storico Nel 1969 Neil Armstrong piantò la bandiera americana sul suolo lunare in quella che per molti è, ancora oggi, la più clamorosa impresa della storia dell’umanità. Sicuramente è stata la più grande conquista nello spazio. Quello spazio che nel 1968 – anno di uscitaLeggi di più a riguardoRecensione di “2001: Odissea nello Spazio”[…]