Spider-Man: Far From Home (2019) di Jon Watts: La Recensione

Spider-Man: Far From Home – La ciliegina che mancava alla saga dell’Infinito.

Spider-Man: Far From Home

Con l’uscita di Endgame il pubblico è stato accontentato, lo scontro epico è avvenuto e tutto è andato come previsto. E allora perché secondo le direttive del MCU la saga dell’infinito non è terminata ufficialmente?
Le risposte le abbiamo trovate nell’ultimo capitolo dedicato a Spiderman.
A distanza di mesi dall’estenuante e leggendaria battaglia contro Thanos, Peter Parker decide di unirsi ai suoi amici Ned, MJ e il resto del gruppo, per una vacanza europea.

Tuttavia, il piano di del ragazzo viene sabotato da Nick Fury a causa di una nuova minaccia: gli elementali. A fare squadra con Peter ci sarà un nuovo eroe misterioso soprannominato Mysterio.
Dopo l’uscita di Endgame, uscire con il seguito di Spider-Man è stata una mossa a dir poco rischiosa per due motivi: il calo dell’hype e il tono decisamente meno epico della pellicola rispetto alla sua precedente avrebbero potuto rendere il tutto un probabile flop.

Ma, ancora una volta, la Marvel è riuscita ad evitare il fallimento, confezionando una pellicola che non si prende mai sul serio, ma allo stesso tempo chiude i giochi e getta importanti basi per il futuro. La scrittura del film è molto più fluida e meno macchiettistica rispetto al primo capitolo e la crescita dei personaggi è evidente.

Spider-Man: Far From Home

Tom Holland e Jake Gyllenhaal catturano lo spettatore grazie a due performance di assoluto livello. Proprio Holland, sempre più a suo agio con il costume da supereroe, ci regala uno Spider-Man incredibilmente spassoso ma, come fu con Tobey Maguire per il secondo episodio della saga di Raimi, sempre più cosciente della sua responsabilità di guardiano di pace.

Jon Watts invece, ci dimostra ancora una volta di saper girare le scene action come pochi altri registi sotto contratto con la Marvel. La pellicola purtroppo però perde di qualità a causa del montaggio a tratti troppo frenetico e per l’eccessiva fretta nel risolvere alcune sottotrame.

Nel complesso quindi possiamo dire che la Marvel ha chiuso la saga dell’infinito in grande stile grazie all’epicità di Endgame e agli omaggi di questo Spider-Man: Far From Home , che diverte per 2 ore piene e getta le basi per un’interessantissima fase 4.

Voto: 7.75

A cura di Kowalski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *