Avengers: Endgame (2019) di Anthony e Joe Russo: La Recensione

Avengers: Endgame – L’attesa è finita!

Avengers: Endgame

Tutti lo stavamo attendendo. Dai più appassionati di fumetti agli occasionali. Sì, perché Avengers: Endgame (2019) è la leggendaria chiusura di un cerchio iniziato con Iron Man nel lontano 2008. Per essere precisi, il produttore Kevin Feige ha dichiarato che la fase 3 e La Saga dell’Infinito termineranno con Spider-Man: Far from Home (2019), ma poco importa perché tutti noi sappiamo che sarà Endgame a decretare il futuro dei nostri eroi e di Thanos.

Come da previsione, il film riprende poco dopo gli avvenimenti di Infinity War (2018). Thanos ha dimezzato la popolazione e si è ritirato a “vita privata” su un lontano pianeta verde alla ricerca della pace. I vendicatori sopravvissuti al massacro, però, dopo l’arrivo di Captain Marvel (annunciato nella scena dopo i titoli di coda del film a lei dedicato), decidono di partire in una missione di vendetta contro il Titano pazzo. Tutto questo è contenuto nei primi minuti del film e di più non voglio dire, per non spoilerare a nessuno la pellicola, affinché tutti si possano emozionare e stupire nel vedere i continui colpi di scena che hanno preparato gli sceneggiatori.

Avengers: Endgame non è solo il capitolo conclusivo di una saga iconica, capace di emozionare milioni di persone, ma è soprattutto la prova di una gestione straordinaria di un universo cinematografico condiviso. È il punto di arrivo e di massima celebrazione di ogni singolo eroe, nessun escluso, ma anche questo lo sapevamo già. Il vero punto forte della pellicola sta nell’approfondire la parte finale del cammino dei nostri vendicatori, dopo un inizio che prometteva solo brivido e continui ribaltamenti di fronte.

Avengers: Endgame

Endgame infatti, offre numerosi spunti intimi e personali dei sopravvissuti al massacro, il loro atteggiamento dopo la perdita dei propri cari e la paura di non riuscire ad andare oltre. Le battute e le risate, affidate ai soliti Rocket e Thor, sono diminuite, ma dosate perfettamente per spezzare i momenti di tensione. Non per questo il risultato è qualitativamente inferiore. Anzi, gli sceneggiatori centrano perfettamente il punto. Avengers: Endgame emoziona, commuove e diverte. Ma l’emozione non sta tanto nelle scelte narrative, quanto nella messa in scena colossale dei Russo. I due fratelli, dopo aver diretto numerose pellicole antecedenti a questa, qui superano la soglia dell’epicità, andando a ricostruire battaglie degne del Signore degli Anelli.

Avengers: Endgame – Il regalo dei Russo ai fan

Il film è un concentrato di citazioni, rimandi e omaggi delle vecchie pellicole, come per celebrare il lavoro iniziato da altri nel lontano 2008 e tramandato nel tempo.
I personaggi, anche quelli secondari, non sono mai stati così al centro dell’attenzione. Cosa non da poco, considerando che il film vanta forse il cast più numeroso della storia del cinema. Inoltre, le interpretazioni degli attori sono estremamente convincenti. Oltre al sempre bravissimo Robert Downey Jr., in Endgame anche Chris Evans riscatta la prova un po’ anonima di Infinity War, portando in scena un Captain America vulnerabile e fragile. Sorprendenti anche le prove di Chris Hemsworth, nei panni di un atipico Thor, e di Jeremy Renner, che sfodera nuovamente l’arco da protagonista dopo anni passati in secondo piano.

Avengers: Endgame

I Russo quindi completano il loro viaggio, confezionando un’opera di pregevolissima fattura, che è perlopiù un regalo per i fan e per tutti quelli che per undici lunghi anni hanno seguito con passione questo cammino. Il film certo non è esente da difetti. Analizzandolo a freddo, troveremmo sicuro pellicole migliori all’interno del MCU, ma non è questo il punto, poiché a causa della grandezza e della lungimiranza del progetto, gli errori qui sono trascurabili.

Ci sarebbe molto altro da aggiungere su Avengers: Endgame, ma non sarebbe giusto nei confronti di quelli che vogliono gustarsi il film senza influenze esterne.

Grazie alla Marvel per essere riuscita con costanza e professionalità a costruire qualcosa di gigante che resterà nella storia del cinema.

#DontSpoilTheEndgame

Voto: 8.25

A cura di Kowalski

Altre recensioni di film Marvel del 2019:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *