Grandi Film – I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Tornano le rubriche di Requiem.for.a.film con “I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo”

Visto che questo è il cinquantesimo di 2001: Odissea nello spazio, ho pensato di illustrare alcuni dei film di fantascienza che considero “tra i migliori” considerando quelli usciti nelle sale dall’anno 2000 fino a oggi. Si parla di esperienza personale, quindi potrei essermi perso qualche film più di nicchia che magari è un piccolo capolavoro, per cui se avete qualche suggerimento scrivetelo nei commenti!

Gravity di Alfonso Cuaron (2013)

Si parte in quarta con questa pellicola del 2013 con Sandra Bullock e George Clooney che, pur avendo una sceneggiatura dalla semplicità imbarazzante, riesce a colpire lo spettatore grazie all’enorme talento del regista e agli effetti speciali mozzafiato (entrambi premiati all’Oscar) che insieme riescono a incutere allo spettatore un senso di angoscia e impotenza che fanno il verso al genere thriller. Il film parla di due astronauti che, a causa di una pioggia di detriti che danneggia la loro stazione spaziale, rimangono bloccati nello spazio e devono cercare di tornare sulla terra. Come detto in precedenza, la trama è davvero molto semplice, fin troppo lineare, ma visto il comparto tecnico e i sapienti piani sequenza all’interno del film, Gravity merita un posto in questo elenco. Poi l’impatto visivo è stupendo. Di più non posso dire, perché altrimenti rischierei di svelarvi alcuni momenti salienti, per cui se non avete ancora visto questo film rimediate al più presto!

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

District 9 di Neil Bloomkamp (2009)

Sudafrica, 1982, una navicella spaziale approda a Johannesburg. Non è l’ennesimo film su alieni venuti a conquistarci, ma si tratta di un ribaltamento della prospettiva: loro sono venuti a chiederci asilo. Questi alieni vengono rintanati in degli enormi campi profughi in cui la violenza e la discriminazione regnano sovrane. Il film contiene una forte critica verso temi quali l’immigrazione e l’asilo, e lo fa con immagini potenti, violente e sporche. Bloomkamp, al suo primo lungometraggio, si dimostra un regista capace, con una sua visione del mondo molto chiara e uno stampo autoriale di livello. Il film è sicuramente interessante, fruibile da tutti, intrattiene e riesce a dare una critica sociale non indifferente. Si tratta di uno dei migliori esordi sul grande schermo da parte di un regista emergente (che si è poi confermato talentuoso anche coi film successivi). Consigliatissimo a tutti gli amanti del genere.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

A.I. Intelligenza Artificiale di Steven Spielberg (2001)

Una madre, dopo la perdita di un figlio, decide di acquistare un robot dalle sembianze di un bambino. Questo ha come funzionalità quella di poter provare dei sentimenti di amore e affetto reali verso uno o più individui esattamente come un essere umano, solo che non smetterà mai di provarli. Da questo incipit molto semplice che sembra portare ad uno sviluppo della storia molto interessante viene fuori uno dei film più dolci e strappalacrime che Hollywood abbia mai sfornato. Non volendo anticipare nulla per evitare di rovinare la sorpresa a qualcuno, posso solo dire che questa pellicola è in grado di smuovere chiunque, poiché il focus non è sugli effetti speciali (comunque di ottimo livello in relazione all’anno di uscita) o a scene d’azione imponenti, ma sulle emozioni dei personaggi, il tutto coadiuvato da una regia sempre chiara e sorprendente. Ma da Spielberg non ci si aspetta niente di meno.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Interstellar di Christopher Nolan (2014)

Un film sontuoso, complicato, amato e odiato: comunque vada Interstellar fa parlare di sé e, nonostante qualche difetto di sceneggiatura, è entrato nel cuore di molti spettatori.
Visivamente potente, Nolan sfodera tutto quello che può dalla fisica quantistica, la relatività e da altre teorie scientifiche per portare sul grande schermo un film di formazione da cui il protagonista, un ex pilota di caccia che si ritroverà a compiere questo viaggio interstellare, uscirà cambiato. La pellicola offre soluzioni visive formidabili ispirate fortemente al capolavoro 2001: Odissea nello spazio e scene d’azione al cardiopalma, il tutto accompagnato dalla colonna sonora di Hans Zimmer. Il film non è perfetto: ha qualche difetto in sceneggiatura e pecca in un’eccessiva complessità – che non è data dai concetti scientifici che ci sono nel film – ma è vivamente consigliato anche solo per poter contemplare la bellezza di alcune inquadrature e per riflettere su alcune delle tematiche presenti.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Arrival di Denis Villeneuve (2016)

La comunicazione è alla base dei rapporti umani. Nonostante le diversità etniche, linguistiche e culturali le civiltà hanno sempre trovato un modo per dialogare tra di loro, ma cosa succede quando bisogna “parlare” con degli esseri provenienti da un altro mondo? Se questo incipit incredibile non vi ha convinti sappiate che questa pellicola tratta anche tematiche filosofico-scientifiche non da poco, che non posso dire in questa sede per evitare spoiler. La tecnica di questa pellicola è sublime: fotografia e sonoro sono sono gestiti a regola d’arte permettendo una totale immedesimazione nella messa in scena, la sceneggiatura regala dei dialoghi in grado di far riflettere per ore dopo la visione e la regia di Villeneuve – regolare, pulita e delicata – tiene incollato lo spettatore alla poltrona. Di difetti oggettivi questo film non sembra averne e proprio per questo è consigliato a tutti i cinefili, siano essi amanti della fantascienza o meno.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Cloud Atlas di Lana e Lili Wachowski (2012)

Un film che segue sei differenti epoche in qualche modo intrecciate tra loro. Le Wachowski tornano a gamba tesa nel panorama fantascientifico con questo film davvero particolare e inusuale. L’impatto visivo è molto piacevole, la fotografia è caratterizzata da colori pieni e caldi, le scene d’azione sono chiare e coinvolgenti, ma dalle registe di Matrix non ci si può aspettare di meno. Il film si presta a discussioni molto lunghe, sia in ambito puramente tecnico sia dal punto di vista filosofico, per cui non mi dilungo troppo, anche per evitare spoiler. La pellicola è consigliata a tutti e, nonostante una durata che sulla carta è importante, il film si lascia guardare coinvolgendo lo spettatore per tutto il suo corso.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Donnie Darko di Richard Kelly (2001)

Questo è il film più “anomalo” dell’elenco: non ci sono navicelle spaziali, androidi o tecnologie futuristiche. Le vicende sono ambientate negli anni 80: Donnie Darko è un ragazzo schizofrenico che, guidato da un suo amico immaginario travestito da coniglio, inizierà un percorso di formazione personale indagando sui viaggi nel tempo. Questa pellicola riesce a essere divertente, drammatica, visionaria e onirica pur avendo avuto a disposizione un budget irrisorio, che ha portato migliaia di persone in tutto il mondo ad elaborare teorie mirabolanti per dare una spiegazione al suo finale tanto bello quanto enigmatico.

I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Conclusioni

Il 21esimo secolo, per quanto sia considerato un periodo di crisi delle idee a causa dei numerosi remake, ha sfornato diversi film e opere d’arte interessanti. Questi qui elencati sono solo alcuni dei film più significativi e spero vivamente che in futuro possano uscire numerose opere che possano porre interrogativi e che possano appassionare al cinema le generazioni del domani.

A cura di Federico Antosiano

1 opinione riguardo a “Grandi Film – I migliori film di fantascienza del 21esimo secolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *