Requiem.for.a.film

requiem.for.a.film

Sapete la storia dei ragazzi annoiati su una panchina che hanno un’idea e decidono di metterla in pratica?

Ecco. Per noi non è stato precisamente così. La panchina era la gradinata di un liceo classico e anzichè annoiati eravamo furiosi. Furiosi perchè continuavamo a sentire chi diceva “Che palle ‘sti film, mi guardo una serie TV!”, quando mi trovi una serie TV che valga tanto quanto Il Padrino poi ne riparliamo.
Chi diceva “Ho visto l’ultimo Fast and Furious, è un capolavoro.”, già sìsìsì vero verissimo. Orson Welles è risorto per vomitare.
Chi diceva “Ho guardato il film che mi hai consigliato. Troppo lento e poi non si capisce niente.”, senti caro se volevi una cosetta per decerebrati aspettavi Natale, andavi al cinema, Boldi e De Sica e pedalare.

Il punto, comunque, è che volevamo che il buon cinema (che non vi sto a dire cosa dovrebbe fare, che se siete qua sicuramente già lo sapete) rimanesse vivo. Volevamo qualcuno che consigliasse qualcosa di valido, di artistico. Che se mio zio non mi avesse detto di guardare Shining quando avevo 16 anni adesso non saprei cos’è la luccicanza, o cosa voglia dire “Il mattino ha l’oro in bocca”.
Volevamo ricordarci che il cinema, quello vero, è arte. E non volevamo si mischiasse con i prodotti di bassa manovalanza.
Capimmo così che nell’era dei social network la cosa migliore sarebbe stata una pagina instagram.

Da lì il flusso di idee. Il format. I colori per genere. I voti. Imdb. Rotten Tomatoes. Una frase. La trama. E boom! Ecco cos’è successo: è nata la pagina Instagram requiem.for.a.film
Ora il blog.
Perchè? Perchè abbiamo qualcosa di più da dire di un numerino nell’angolo di un fotogramma.
Chi siamo per parlare? Nessuno, ma dei nessuno che amano veramente qualcosa.

SOLZIMER

VISITA LA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM

Chi siamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *